La Liturgia

E’ il Concilio Vaticano II che descrive bene cosa sia la liturgia:

“Cristo è sempre presente nella sua Chiesa, e in modo speciale nelle azioni liturgiche. È presente nel sacrificio della messa, sia nella persona del ministro, essendo egli stesso che, «offertosi una volta sulla croce, offre ancora se stesso tramite il ministero dei sacerdoti», sia soprattutto sotto le specie eucaristiche. È presente con la sua virtù nei sacramenti, al punto che quando uno battezza è Cristo stesso che battezza. È presente nella sua parola, giacché è lui che parla quando nella Chiesa si legge la sacra Scrittura. È presente infine quando la Chiesa prega e loda, lui che ha promesso: « Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, là sono io, in mezzo a loro » (Mt 18,20).
Effettivamente per il compimento di quest’opera così grande, con la quale viene resa a Dio una gloria perfetta e gli uomini vengono santificati, Cristo associa sempre a sé la Chiesa, sua sposa amatissima, la quale l’invoca come suo Signore e per mezzo di lui rende il culto all’eterno Padre. Giustamente perciò la liturgia è considerata come l’esercizio della funzione sacerdotale di Gesù Cristo. In essa, la santificazione dell’uomo è significata per mezzo di segni sensibili e realizzata in modo proprio a ciascuno di essi; in essa il culto pubblico integrale è esercitato dal corpo mistico di Gesù Cristo, cioè dal capo e dalle sue membra. Perciò ogni celebrazione liturgica, in quanto opera di Cristo sacerdote e del suo corpo, che è la Chiesa, è azione sacra per eccellenza, e nessun’altra azione della Chiesa ne uguaglia l’efficacia allo stesso titolo e allo stesso grado” 

(Dalla Costituzione dogmatica sulla Divina Liturgia del Concilio ecumenico Vaticano II “Sacrosantum Concilium” n. 7).

In Parrocchia è lo stesso Parroco il responsabile ultimo della liturgia; per fare questo si avvale della collaborazione dei laici nei vari settori in cui si attua il servizio liturgico:

* Gruppo Lettori (servizio della proclamazione della Parola di Dio)

*Gruppo Ministranti (servizio di assistenza alle celebrazioni)

* Gruppo S. Marta (servizio di preparazione e pulizia della chiesa)

* Coro polifonico (servizio di animazione della Messa del sabato e delle celebrazioni solenni)

*Coro dei Bambini (servizio di animazione della Messa dei Fanciulli)

La celebrazione più importante è la Santa Messa, fonte e culmine della vita cristiana. La celebrazione della Messa domenicale, fonte e culmine della vita della comunità parrocchiale, è caratterizzata in ordine all’assemblea cui è destinata, avendo cura di orientarne l’animazione nei canti e nei contenuti omiletici:

Messa vigiliare del sabato: assemblea di adulti di varie età.

Prima Messa del mattino: assemblea di adulti con prevalenza di anziani.

Seconda Messa del mattino: Messa dei Fanciulli (alunni catechismo fino al 7° anno e loro genitori)

Messa vespertina: Messa dei Giovani, animata dalla Comunità giovanile

I Battesimi sono, in genere, celebrati il sabato pomeriggio accogliendo per quanto possibile le richieste delle famiglie.

La Comunione ai Malati è distribuita settimanalmente da tre ministri straordinari della Comunione, regolarmente muniti di autorizzazione diocesana: Giampiero Maxia, Lucio Loi, Amelia Zedda. Il parroco visita gli ammalati, secondo la necessità, amministrando i Sacramenti della Riconciliazione e dell’Unzione degli Infermi.